Festa del Cinema di Roma

Un film che racconta la storia di come è nata la nostra ONG, nel 2015 a Lesbo, all’inizio della più grande crisi umanitaria del nostro secolo, che ancora oggi vede migliaia di persone intraprendere la via del Mediterraneo Centrale nel tentativo di raggiungere l’Europa, in cerca di una vita migliore.

La storia di Oscar Camps, fondatore di Open Arms e Gerard, che lasciano le spiagge di Barcellona dove operavano come bagnini, per andare a Lesbo dopo aver visto la foto di Alan Kurdi, il bambino siriano ritrovato  morto annegato sulle spiagge dell’isola greca.

Festa del Cinema di Roma

Partono dicendosi “stiamo due giorni, andiamo a dare una mano e torniamo". Quella scelta cambierà le loro vite per sempre. Resteranno per mesi e Open Arms diventerà una delle più grandi ONG che operano nel Mar Mediterraneo salvando la vita a più di 61.000 persone.

Avevamo due grandi sfide con questo progetto: da un alto volevamo fare un film popolare, non eravamo interessati a un cinema artistico che non avrebbe visto nessuno e dall’altra dovevamo girarlo nel modo pià vicino possibile alla realtà.

Il regista racconta delle difficoltà a girare le scene dei nufragi in mare, cercando di diventare amici nel caos e cercando di adattarsi alla luce, al meteo, e alle esigenze di 300 comparse in acqua.

Il risulatato è un film vero, intenso, che non lascia spazio alla retorica, un film capace di scavare nell’universo intimo dei personaggi restituendo tutta l’umanità che li contraddistingue.

Iscriviti

Ti terremo aggiornato su ciò che facciamo