Emergenza COVID-19

Continuiamo a proteggere la vita dei più vulnerabili

Il personale di Open Arms agisce in piena emergenza direttamente nelle case di riposo: uniamo i nostri sforzi con quelli delle équipe sanitarie per contribuire a salvare il maggior numero di vite umane, quelle più vulnerabili. In questa occasione operiamo via terra nel tentativo di fermare una pandemia senza precedenti con effetti devastanti sugli anziani.

 

Missioni COVID19

Collaborazione con la ricerca

Un team di volontari di Open Arms sta contribuendo alla realizzazione di test sugli utenti e sul personale sanitario delle residenze geriatriche della Catalogna colpite dalla pandemia del COVID-19 nell’ambito dello studio clinico condotto dal Dr. Oriol Mitjà e coordinato dalla Fundación contra el Sida y las Enfermedades Infecciosas (Fondazione contro l’AIDS e le malattie infettive). Questa sperimentazione mira a identificare un trattamento in grado di ridurre la carica virale sui pazienti positivi al COVID-19 e a proteggere le persone a contatto con loro, con il fine ultimo di prevenire il contagio e fermare pertanto la catena di trasmissione del virus.

Missioni COVID19

Trasferimento di persone vulnerabili nella città di Barcelona

L’evoluzione del contagio di COVID-19 ha avuto effetti devastanti non solo nelle residenze geriatriche, ma anche in altri settori della società. Nel tentativo di frenare la catena dei contagi e prevenire i decessi, il trasferimento dei pazienti anziani è pertanto estremamente urgente. Dall’inizio della pandemia e dalla dichiarazione dello stato di emergenza nazionale, Open Arms si è messa a disposizione del Comune di Barcellona per fornire il proprio aiuto per qualsiasi necessità o emergenza nell’ambito della crisi sanitaria. Cinque unità, ciascuna formata da due volontari della nostra organizzazione, collaborano in piena operatività al trasferimento delle persone vulnerabili.

Missioni COVID19

Test e raccolta di campioni in Catalogna

Una delle misure più urgenti, nonché fondamentali, per frenare il contagio, consiste nell’individuazione precoce del virus nelle residenze geriatriche, con l’obiettivo di prendere le misure necessarie e interrompere pertanto la catena di diffusione. Per questo motivo, Open Arms si unisce alle équipe sanitarie presenti sul territorio e mette a disposizione del Departament de Salut de Catalunya (Dipartimento della salute della Catalogna) un’unità composta da 30 veicoli e più di 70 volontari in possesso della formazione necessaria. In collaborazione con i team di assistenza primaria che effettuano i monitoraggi nelle case di riposo, i volontari realizzano test e raccolgono campioni da persone che vivono nelle vicinanze delle case di riposo.

misioncovid19_14

Assistenza e accompagnamento dei lavoratori stagionali

Solo poche settimane dopo il ritorno a una nuova normalità, abbiamo dovuto affrontare una situazione di emergenza a causa dei numerosi focolai di COVID-19 in aree il cui impatto è più feroce, come nel caso dei lavoratori stagionali. come nella regione di Segrià (Lleida). Per questo motivo, Open Arms chiude un accordo di collaborazione con i comuni della regione e con il Consell Comarcal del Segrià per assistere i lavoratori nella raccolta della frutta in una situazione di vulnerabilità diagnosticata con COVID-19 positivi, casi asintomatici o lievi.

Come lo facciamo?

Fotografie © Santi Palacios

Iscriviti

Ti terremo aggiornato su ciò che facciamo